Le Cultivar

Le Cultivar

Sono più di 1500 le cultivar che si trovano nel bacino del Mediterraneo, delle quali ben 700 sono presenti in Italia.

Con l’estendersi della coltivazione dell’olivo si è avviato, sia spontaneamente sia tramite l’intervento dell’uomo, un lento processo di selezione di quelle varietà di olivo (cultivar) che meglio si adattavano alle differenti condizioni di suolo e di clima (terroir). Si è così creato nel tempo quel patrimonio varietale alla base della ricca biodiversità dell’olivo.
A parte quelle cultivar adatte a coltivazioni “super intensive”, soluzione sempre più diffusa grazie alla spinta meccanizzazione che consente questo modello, la maggior parte mantiene ancora oggi uno stretto legame ad un territorio circoscritto.

In Italia i caratteri di singole cultivar combinati con particolari ambienti e metodi di coltivazione hanno generato lungo tutta la penisola oli di particolare pregio: dall’olio soave da cultivar Taggiasca tipica del ponente ligure, all’olio fruttato intenso con sentore di carciofo da cultivar Frantoio, Moraiolo, Leccino, tipiche della Toscana e dell’Umbria, all’olio amaro piccante da cultivar Coratina tipica del nord barese a quello particolarmente profumato da cultivar Cerasuola, Nocellara del Belice, Biancolilla tipiche della Sicilia.

Potrebbe interessarti anche…

webadmin